Notizie

Segui gli aggiornamenti e le notizie della Fiera del Credito.

15/06/2018

Fiera del Credito, contenuti e partecipazione. È già record alla prima edizione.

Affluenza importante e grande interesse degli operatori per il primo expo del settore, conclusosi ieri a Milano, nella sede de Il Sole24Ore. NPL, nuovi strumenti e regole internazionali, questi i protagonisti, in due giornate di dibattiti e seminari. Nel 2019 il tema sarà “L’era della sostenibilità”. Duemila partecipanti, trentaquattro espositori, due congressi e dodici workshop, con focus sui temi più caldi del momento. Va ben oltre le aspettative il successo di Fiera del Credito, il salone organizzato da StopSecret che...LEGGI TUTTO

Affluenza importante e grande interesse degli operatori per il primo expo del settore, conclusosi ieri a Milano, nella sede de Il Sole24Ore. NPL, nuovi strumenti e regole internazionali, questi i protagonisti, in due giornate di dibattiti e seminari. Nel 2019 il tema sarà “L’era della sostenibilità”.

Duemila partecipanti, trentaquattro espositori, due congressi e dodici workshop, con focus sui temi più caldi del momento. Va ben oltre le aspettative il successo di Fiera del Credito, il salone organizzato da StopSecret che per la prima volta ha riunito, in Italia, i rappresentanti dell’intera filiera del credito. Due intense giornate, il 13 e il 14 giugno, presso la sede milanese del Gruppo IlSole24Ore: aziende, manager, professionisti e istituzioni hanno fatto il punto su attualità e futuro, presentando contestualmente al pubblico interessato tecnologie e servizi di ultima generazione, legati alla valutazione, alla concessione, alla gestione, alla cessione e al recupero dei crediti, in un frangente storico ed economico-sociale denso di cambiamenti e interrogativi.

Martedì 13, nel corso dell’ACMI Day, promosso dall’Associazione Credit Manager Italia, l’universo del credito d’oggi e domani è stato analizzato al microscopio, nelle sue evoluzioni e prospettive, con particolare attenzione allo scenario italiano – dove la crisi sembra allentare la sua morsa poco a poco, con alcune debolezze persistenti soprattutto in capo alle piccole e micro imprese – e al quadro globale, in cui spiccano per rischio i rapporti con le realtà dei Paesi emergenti. Verso questi ultimi, però, si proietta sempre più lo slancio degli investimenti.

Riflettori puntati, il giorno seguente, sui crediti deteriorati, star incontrastate della discussione finanziaria negli ultimi anni. L’NPL Day, seguito nell’Auditorium da una foltissima platea, è stato introdotto da PriceWaterhouseCooper, che ha sottolineato il progressivo diminuire del rischi e degli stock a carico delle banche italiane insieme al crescente interesse dei grandi operatori stranieri nei confronti del nostro mercato domestico specifico, il più rilevante d’Europa.

Nel pomeriggio si è parlato di giustizia – area storicamente e tutt’oggi critica per la gestione dei crediti – e futuro, in relazione agli NPL. Nel corso delle due tavole rotonde programmate hanno fatto sentire la propria voce operatori finanziari di primo piano, tra i quali MBCredit Solutions del gruppo Mediobanca, Unicredit, Cerved Group e ancora Banca IFIS.

I focus specializzati, nelle diverse aule, hanno coinvolto tematiche giuridiche e operative, tra cui le tipologie contrattuali a tutela del credito esaminate da Unirec, l’associazione di categoria che rappresenta aziende e società dedite al recupero crediti.

In generale, la due giorni ha acceso le luci sui mutamenti nel mondo del leasing e sull’impatto provocato dal nuovo standard contabile internazionale IFRS9 e dall’Addendum BCE su procedure e approcci degli operatori finanziari in tema di credito.

Oltre i numeri lusinghieri, che premiano il nostro entusiasmo e una lunga, scrupolosa organizzazione, ci rende felici la genuina condivisione percepita in questi giorni tra gli attori della filiera intervenuti. C’eravamo tutti: responsabili delle funzioni amministrazione, finanza, controllo di gestione, pianificazione, collection e customer care, oltre a intermediari finanziari, banche, aziende di factoring, sgr, veicoli di cartolarizzazione, credit manager, agenzie di recupero, di informazioni e investigazioni sul credito, contact center, facility management, confidi, postalizzazione, commercialisti e avvocati, insieme ai rappresentanti delle istituzioni e degli organismi di controllo. Lo sottolinea Marco Recchi, responsabile eventi e formazione di StopSecret, soddisfatto per la trasformazione in realtà del claim della manifestazione,L’era della condivisione”.

Si avanza e si migliora solo mettendo in comune esperienza, saperi, passione: ieri e oggi, per la prima volta nel nostro comparto, l’abbiamo fatto, con convinzione. E dal dibattito, come dall’attività di espositori e partner, sono concretamente emerse le basi per la seconda edizione – aggiunge Recchi – che sarà dedicata all’’Era della sostenibilità’. Un punto di vista fondamentale per il domani del mondo del credito e le chance che esso giochi un ruolo determinante e positivo nelle sorti economiche e finanziarie del sistema Italia. Molti hanno già confermato la loro presenza. Arrivederci al 2019”.

Per approfondimenti www.stopsecret.it e www.fieradelcredito.it.


07/06/2018

Tempo di cambiamento? Cominciamo noi, con Fiera del Credito

Il primo salone nazionale del settore, organizzato da Stopsecret , il 13 e 14 giugno a Milano, nella sede de Il Gruppo 24Ore. L’era della condivisione, di sapere ed esperienza. Per progredire, migliorare, cambiare. Abbiamo, dopo quasi tre mesi d’attesa, un nuovo Governo, che presenta se stesso come quello del Cambiamento. Dedicheremo nei prossimi mesi qualche riga per raccontarvi, magari, ciò che ci attendiamo e speriamo, ma oggi desideriamo cavalcare quest’onda per annunciarvi che il cambiamento esiste ed è già...LEGGI TUTTO

Il primo salone nazionale del settore, organizzato da Stopsecret , il 13 e 14 giugno a Milano, nella sede de Il Gruppo 24Ore. L’era della condivisione, di sapere ed esperienza. Per progredire, migliorare, cambiare.

Abbiamo, dopo quasi tre mesi d’attesa, un nuovo Governo, che presenta se stesso come quello del Cambiamento. Dedicheremo nei prossimi mesi qualche riga per raccontarvi, magari, ciò che ci attendiamo e speriamo, ma oggi desideriamo cavalcare quest’onda per annunciarvi che il cambiamento esiste ed è già qui, nel nostro piccolo.

Fiera del Credito, il primo expo nazionale di settore, organizzato da Stopsecret e annunciato ormai un anno e mezzo fa, è realtà.
13 e 14 giugno a Milano, nella prestigiosa sede de Il Gruppo 24Ore.
Perché la nostra Fiera rappresenta un segno di cambiamento? Per molti e importanti motivi.

In primis abbiamo riunito “sotto lo stesso tetto” tutte le energie dell’universo legato ai processi del credito: finanziarie, banche, società d’informazioni commerciali e addetti al recupero, credit manager, investigatori, istituzioni ed enti, fornitori di servizi e tecnologie.
E con loro ci saranno anche le maggiori associazioni di categoria: ACMI, AICS, AITI, ANC, ASSILEA e UNIREC, a promuovere eventi, approfondimenti, studi inseriti a loro volta in un ricco programma.
E abbiamo coinvolto, come patrocinanti, enti autorevoli come Regione Lombardia e Università Cattolica del Sacro Cuore.

È un obiettivo ambizioso e non abbiamo la presunzione di averlo colto per intero con questa prima manifestazione, ma siamo certi di aver fatto un bel passo avanti rispetto al passato: raccontare, per la prima volta, l’intera filiera ai professionisti stessi e al pubblico generale. E istituire un punto d’incontro periodico tra aziende, consumatori, imprenditori e istituzioni, tra domanda e offerta, un grande laboratorio specializzato, in cui operatori e stakeholder si confrontano, dialogano, ascoltano e apprendono.
Questo è, secondo noi, un rilevante segnale di cambiamento nell’approccio al recupero e alla rielaborazione di valori condivisi tra tutte le realtà del comparto e degli ambiti contigui.

Ed è proprio lo spirito enunciato nello slogan della manifestazione: l’era della condivisione. Cioè la messa in comune delle strategie e idee d’oggi, per agire su quelle di domani. In un momento cruciale di passaggio per i nostri interessi e attività, tra l’”epopea” degli NPL, i nuovi confini europei della privacy, le sfide lanciate dalla collaborazione pubblico-privato. Condividere per cambiare in meglio, cioè andare più veloci, restare avanti, farsi compatti e uniti. I progressi e i miglioramenti prendono vita così.
Condividiamo quindi, le porte sono aperte. Il tempo del nostro piccolo grande cambiamento può iniziare da qui.
Per conoscere tutto della Fiera, guarda il programma.


05/06/2018

Quando le imprese vanno a mercato

Il Focus proposto da 6dfinance in occasione della Fiera del Credito 2018 esplora ed approfondisce gli aspetti operativi e di contenuto della nuova rete per lo sviluppo composta da professionisti, imprese e operatori della finanza. 6dfinance propone un Focus che spiega quali sono i migliori strumenti e le competenze necessarie per avvicinarsi al complesso mondo della finanza. Il funzionamento di questo mondo si basa su una rete che vede la necessaria compenetrazione di più campi e la loro qualità come...LEGGI TUTTO

Il Focus proposto da 6dfinance in occasione della Fiera del Credito 2018 esplora ed approfondisce gli aspetti operativi e di contenuto della nuova rete per lo sviluppo composta da professionisti, imprese e operatori della finanza.

6dfinance propone un Focus che spiega quali sono i migliori strumenti e le competenze necessarie per avvicinarsi al complesso mondo della finanza.

Il funzionamento di questo mondo si basa su una rete che vede la necessaria compenetrazione di più campi e la loro qualità come conditio sine qua non, al fine di poter svolgere un buon lavoro: in primo luogo è essenziale un alto livello di informazioni, fruibiliti e aggiornate costantemente. Come secondo punto, ma non meno importante, è basilare la relazione con il partner finanziario e tutto ciò che ad essa è legato.

Il Focus si articola in diversi interventi che riguardano gli obiettivi e i vantaggi che caratterizzano la partecipazione alla rete di 6dfinance.
Verrà inoltre illustrato l’approccio e il modello di 6dfinance, attraverso casi  aziendali.

Il programma nel dettaglio:

Che cos’è 6dfinance, a cura di Stefania Albertin, Fondatrice 6dfinance

La gestione delle informazioni di business, a cura di Federico Diomeda, Consulente 6dfinance

L’approccio dell’impresa alla finanza per lo sviluppo, a cura di Michele Turolla, Consulente Aziendale

La relazione con il partner finanziario, a cura di Luca Moro, Avvocato d’Impresa

L’azienda e la finanza: un rapporto da ricostruire, a cura di Alberto Longo, Chief Financial Officier

La finanza per l’impresa oggi, a cura di Miranda Malservigi, Corporate Finance BPM

Il prodotto 6dfinance: una caso aziendale, a cura di Stefania Albertin, Fondatrice 6dfinance

Il Focus si terrà all’interno della Fiera del Credito il giorno 13 giugno dalle ore 14.30 alle ore 16.30, aula 5.

Guarda il programma


04/06/2018

Fiera del Credito: è tutto pronto per il primo expo italiano di settore

Il 13-14 giugno 2018 si terrà a Milano, presso la sede de “Il Gruppo 24Ore”, il primo salone in Italia che riunisce l’intera filiera del comparto del credito Si avvicina la data di inizio di “Fiera del Credito”, il primo expo in Italia dedicato interamente al comparto del credito e che riunirà per due giorni, il 13 e il 14 giugno a Milano presso la prestigiosa sede de “Il Gruppo 24Ore”, tutti i protagonisti dell’intera filiera. Dai responsabili delle funzioni...LEGGI TUTTO

Il 13-14 giugno 2018 si terrà a Milano, presso la sede de “Il Gruppo 24Ore”, il primo salone in Italia che riunisce l’intera filiera del comparto del credito

Si avvicina la data di inizio di “Fiera del Credito”, il primo expo in Italia dedicato interamente al comparto del credito e che riunirà per due giorni, il 13 e il 14 giugno a Milano presso la prestigiosa sede de “Il Gruppo 24Ore”, tutti i protagonisti dell’intera filiera. Dai responsabili delle funzioni amministrazione, finanza, controllo di gestione, pianificazione, collection e customer care agli intermediari finanziari, dalle banche alle aziende di factoring, dalle sgr ai veicoli di cartolarizzazione, ai credit manager, alle agenzie di recupero, di informazioni e investigazioni sul credito, ai contact center, alle facility management, ai confidi, ai servizi di postalizzazione, fino ai rappresentanti delle istituzioni e degli organismi di controllo.

La prima edizione di “Fiera del Credito” porta il titolo di “L’era della condivisione” a sottolineare la principale vocazione dell’evento, che mira ad imporsi come anello di congiunzione all’interno del mondo del credito e come prima manifestazione italiana in assoluto per il settore. L’expo comprende un programma di notevole interesse e fitto di incontri, seminari e focus dal forte taglio operativo e si avvale della partecipazione di esperti, aziende e professionisti del settore.

Fiera del Credito rappresenta un’occasione imperdibile per discutere e approfondire i principali temi che riguardano il mondo del credito e mantenersi aggiornati sulle nuove tendenze del comparto e le opportunità per il futuro di un settore in costante evoluzione.

L’evento, promosso da StopSecret – Magazine TV Eventi, è patrocinata dalla Regione Lombardia e dall’Università Cattolica di Milano.

Clicca qui per partecipare


01/06/2018

Tipologie contrattuali e tutela del credito: dal nomen iuris alla scelta del regolamento degli interessi più adeguato

Mandato o appalto? Quale contratto utilizzare tra committenti e agenzie di recupero? La risposta il 14 giugno, al focus UNIREC che si terrà all'interno della Fiera del Credito. Il legame tra società committenti e agenzie di recupero è stato oggetto di diverse interpretazioni, rimanendo un argomento piuttosto controverso e di poca chiarezza. Spesso, nella pratica, succede che finisca con l’essere utilizzato il modello contrattuale solitamente utilizzato nei rapporti con i fornitori. Per sopperire alla mancanza di una visione univoca, UNIREC...LEGGI TUTTO

Mandato o appalto? Quale contratto utilizzare tra committenti e agenzie di recupero?
La risposta il 14 giugno, al focus UNIREC che si terrà all’interno della Fiera del Credito.

Il legame tra società committenti e agenzie di recupero è stato oggetto di diverse interpretazioni, rimanendo un argomento piuttosto controverso e di poca chiarezza.
Spesso, nella pratica, succede che finisca con l’essere utilizzato il modello contrattuale solitamente utilizzato nei rapporti con i fornitori.

Per sopperire alla mancanza di una visione univoca, UNIREC ha ritenuto quindi utile intervenire su questa materia, con l’intento di contribuire a fornire un’ indicazione che potrà rappresentare un punto più fermo.

È così nata la richiesta di un approfondimento chiarificatore rivolto ad uno dei più illustri giuristi italiani, il Prof. Avv. Guido Alpa (ordinario di diritto civile presso l’Università “La Sapienza” di Roma, già Presidente del Consiglio Nazionale Forense), che risponderà alla domanda: “Come può essere qualificato sotto il profilo giuridico il rapporto che lega la società committente con l’agenzia di recupero crediti?”

Il risultato è un interessante parere pro veritate, che individua la risposta al dubbio, e che l’Associazione ha deciso di pubblicare sotto forma di un piccolo volume, distribuito in anteprima a Roma, durante l’ Annual del 24 maggio appena trascorso.

Per meglio veicolarne i contenuti, UNIREC ha inoltre organizzato un momento divulgativo all’interno dell’evento “Fiera del Credito”, organizzato a Milano da StopSecret Magazine.

Si tratta del FOCUS “Tipologie contrattuali e tutela del credito: dal nomen iuris alla scelta del regolamento degli interessi più adeguato.”

Non si tratterà soltanto di illustrare il pensiero del Avv. Alpa attraverso l’esposizione delle motivazioni giuridiche che lo hanno portato alle sue conclusioni. Sarà un momento di confronto e coinvolgimento tra tutte le parti in causa.

Non bisogna ridurre tutto ad questione meramente giuridica.
L’argomento ha infatti un impatto diretto sulla realtà applicativa di tutti i soggetti, sia lato agenzie di recupero che lato società committenti, che ne investe in pieno gli uffici legali e uffici contratti, coinvolgendoli in prima linea.
Partendo dalla analisi delle singole tipologie contrattuali, si farà una disamina degli adempimenti svolti dalle agenzie di recupero per definire se essi inducano a qualificare il rapporto con le società committenti quale mandato o quale appalto di servizi.

A discuterne saranno tre relatori esperti in materia: l’ Avv. Gabriele Bubola, il Prof. Avv. Vittorio Colomba e il Dott. Marcello Grimaldi.

L’Avv. Bubola è un esperto di diritto del lavoro e di esternalizzazioni. Fa parte della Commissione di Certificazione che è stata istituita presso il Centro Studi DEAL del Dipartimento di Economia “Marco Biagi”, presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

Il Prof. Avv. Colomba è consulente UNIREC tra l’altro in materia di privacy. Professore della facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Modena e Reggio Emilia, ove è anche docente della scuola di specializzazione per le professioni legali e del Master in Sicurezza Informatica e Disciplina Giuridica.

Il Dott. Grimaldi, già Vicepresidente UNIREC, è Consigliere delegato alle materie giuslavoristiche, di cui si occupa da diversi anni, grazie alla sua specializzazione nelle tematiche di compliance, diritto del lavoro e relazioni industriali. È anche il delegato per l’Italia in FENCA, la Federazione europea delle associazioni di recupero credito, ed è altresì Presidente del FORUM UNIREC-CONSUMATORI da luglio 2017.

Il Focus si terrà all’interno della Fiera del Credito il giorno 14 giugno dalle ore 10.30 alle ore 12.30, aula 2.

Guarda il programma


30/05/2018

Leasing o Noleggio 4.0: come cambia la domanda e cosa propone l’offerta

Il Focus a cura di Assilea, Associazione Italiana Leasing, affronterà il tema dell'evoluzione e rivoluzione del mercato economico di settore e del conseguente cambiamento necessario dell'offerta. Quando guardiamo al futuro dell’economia scorgiamo sempre rischi e opportunità. Le opportunità derivano in larga misura dalla tecnologia e dal suo stimolare e combinarsi con lo spirito imprenditoriale; per coglierle servono capacità e strumenti appropriati, che sappiano anche proteggere dai rischi. In uno scenario di crescita moderata assume particolare rilevanza il ruolo che il...LEGGI TUTTO

Il Focus a cura di Assilea, Associazione Italiana Leasing, affronterà il tema dell’evoluzione e rivoluzione del mercato economico di settore e del conseguente cambiamento necessario dell’offerta.

Quando guardiamo al futuro dell’economia scorgiamo sempre rischi e opportunità.

Le opportunità derivano in larga misura dalla tecnologia e dal suo stimolare e combinarsi con lo spirito imprenditoriale; per coglierle servono capacità e strumenti appropriati, che sappiano anche proteggere dai rischi.

In uno scenario di crescita moderata assume particolare rilevanza il ruolo che il leasing ed il noleggio stanno avendo nell’ambito del Piano Impresa 4.0: +35% il leasing operativo nel 2017 e +23% il leasing finanziario nei primi 4 mesi del 2018.

Con Assilea, Associazione Italiana Leasing ,

– vedremo come gli operatori del leasing e del noleggio stanno affrontando questa rivoluzione culturale;

– commenteremo gli scenari di sviluppo dei prodotti e dei canali distributivi.

Interverranno:

  • Piero Biagi – Consigliere delegato BCC Lease
  • Roberto Faravelli – Presidente GFA Garda
  • Massimo Macciocchi – Responsabile Divisione Leasing Banca IFIS
  • Gabriele Rigosi – Business Support Director Italy ECONOCOM
  • Stefano Schiavi – Deputy general manager BNP Leasing Solutions
  • Adriano Surico – Country Sales Manager Office Technology DLL
  • Enrico Verdoscia – AD Unicredit Leasing

La sessione si rivolge a CEO, CFO, Direttori Commerciali, Responsabili di linee di business, rappresentanti delle associazioni industriali e degli ordini professionali.

Il Focus si terrà all’interno della Fiera del Credito il giorno 13 giugno dalle ore 10.30 alle ore 12.30, aula 2.

Guarda il programma completo


28/05/2018

L’incidenza delle tempistiche ed i costi giudiziari nei portafogli NPLs

L'intervento dell'Avv. Antonio Rabossi di Intrum Law Italy si terrà durante l'evento NPL Day e verterà sull'incidenza delle tempistiche giudiziare, un elemento che da anni e anni determina i successi o gli insuccessi del sistema giudiziario italiano. Il dibattito sui tempi della Giustizia è di grande attualità anche per la rilevanza sul potenziale di crescita del nostro sistema economico. Il fattore tempo, peraltro, si trova ormai da anni sotto la lente di ingrandimento del Legislatore stesso, il quale, con una...LEGGI TUTTO

L’intervento dell’Avv. Antonio Rabossi di Intrum Law Italy si terrà durante l’evento NPL Day e verterà sull’incidenza delle tempistiche giudiziare, un elemento che da anni e anni determina i successi o gli insuccessi del sistema giudiziario italiano.

Il dibattito sui tempi della Giustizia è di grande attualità anche per la rilevanza sul potenziale di crescita del nostro sistema economico.
Il fattore tempo, peraltro, si trova ormai da anni sotto la lente di ingrandimento del Legislatore stesso, il quale, con una lunga serie di riforme, sta tentando di ridurre i carichi di lavoro e smaltire l’arretrato.
In particolare, il Ministro della Giustizia, nel corso dell’inaugurazione dell’anno giudiziario 2018, ha evidenziato che è in corso la sfida per la riqualificazione del sistema giudiziario, ponendo al centro della stessa “l’innovazione legislativa per la contrazione dei tempi di durata della procedure”.

Al di là della (forse ottimistica) rappresentazione data dal Ministro Orlando, se si esamina la posizione in cui si colloca l’Italia in Europa ci si rende conto che, in realtà, le difficoltà della Giustizia civile permangono.
Pur dando atto di un timido miglioramento registrato in maniera costante negli ultimi anni, non possiamo non tenere conto che il nostro Paese risulta uno degli ultimi fra quelli appartenenti all’OCSE. Tale organismo ha certificato che in Italia il tempo medio per la conclusione dei tre gradi di giudizio è pari a quasi 8 anni – 2.866 giorni (si tenga conto che la media degli altri Stati si colloca intorno ai 788 giorni).

Con specifico riferimento al recupero del credito giudiziale, da uno studio svolto è emerso che i tempi medi necessari per portare a termine l’iter – partendo dal momento del deposito del ricorso per decreto ingiuntivo sino all’assegnazione delle somme – si attestano intorno a 340 giorni e sono, dunque, ancora molto lontani rispetto alle tempistiche legittimamente attese dai creditori.

E’ quindi evidente che, al di là delle riforme (comunque utili e necessarie), occorre pianificare la rimodulazione dell’intero sistema giudiziario, in primo luogo attraverso un incremento del numero di Magistrati ordinari e, in seconda battuta, attraverso interventi “di sistema”, ad esempio ipotizzando una progressione di carriera collegata, anche solo in maniera indiretta, al numero di cause definite.
In parallelo, appare necessario riorganizzare gli Uffici Giudiziari improntandoli a logiche di pura efficienza; ciò, ad esempio, eliminando sia gli incombenti oramai anacronistici sia quelle procedure interne (divenute per lo più obsolete anche in ragione del processo civile telematico) che oggi incidono (ancora) negativamente sui tempi e sui costi della Giustizia.

L’intervento si terrà il 14 giugno, durante l’NPL Day, nello spazio Auditorium, alle ore 12.00

Guarda il programma completo


24/05/2018

LE 6 COSE CHE UNA PMI NON PUO’ NON SAPERE SUL CREDITO

Il Focus a cura di Banca Ifis S.p.A. è rivolto alle PMI, per approfondire tematiche quali credito e finanziamento, banche digitali, la pianificazione creditizia e molte altre... le conoscenze che non possono mancare per un'azienda del settore. Sei punti e sei interventi di relatori dalla grande esperienza che cercheranno di creare un vademecum della piccola e media impresa. I punti salienti: PMI: numeri e mercato di un’economia reale d’eccellenza Le PMI italiane sono soprattutto ‘micro’ ma flessibili, solide e produttive...LEGGI TUTTO

Il Focus a cura di Banca Ifis S.p.A. è rivolto alle PMI, per approfondire tematiche quali credito e finanziamento, banche digitali, la pianificazione creditizia e molte altre… le conoscenze che non possono mancare per un’azienda del settore.

Sei punti e sei interventi di relatori dalla grande esperienza che cercheranno di creare un vademecum della piccola e media impresa.
I punti salienti:

  1. PMI: numeri e mercato di un’economia reale d’eccellenza

Le PMI italiane sono soprattutto ‘micro’ ma flessibili, solide e produttive e costituiscono il 76% del totale imprese (pari a quasi 760mila). Nel triennio 2014-2016 si sono sviluppate ad una media annua del +5,65%. Questi e altri dati saranno illustrati da Carmelo Carbotti, Responsabile Marketing, nel corso del suo intervento.

  1. Credito e finanziamento del circolante alle PMI: le esigenze dell’imprenditore per la propria azienda 

La necessità di un supporto creditizio e della gestione dei propri crediti commerciali da parte delle PMI italiane si fa spesso stringente e grazie alla soluzione del factoring la banca può finanziare le imprese. Rachele Azzalin, Responsabile Factoring Specialist, illustrerà come fornire alle aziende le risorse per lo sviluppo del business.

  1. Cosa significa essere una banca digitale per le imprese?

Le banche del futuro devono saper affrontare la rivoluzione digitale in atto e innovare nel modo di fare banca è la vera sfida di tutti gli operatori del sistema. Su queste e altre tematiche farà il punto Serafino D’Ignazio, Responsabile Digital Factory, nel corso del suo intervento.

  1. Impresa e PA: l’anticipo del credito (digitale) come strumento di pianificazione creditizia 

La Pubblica Amministrazione continua a pagare in ritardo i propri fornitori, generando crisi di liquidità. I debiti commerciali della PA in Italia a fine 2017 ammontavano a 58 miliardi di euro, con il 57% circa degli enti pubblici che pagano in ritardo. Marco Agosto, Responsabile Strategia, illustrerà la piattaforma digitale TiAnticipo per rispondere alle esigenze delle aziende che lavorano con gli Enti Pubblici.

  1. Leasing ed agevolazioni fiscali: i benefici per le imprese e le PMI 

A sostegno delle imprese, la Legge di Bilancio 2017 ha introdotto una serie di agevolazioni fiscali, che favoriscono la sostituzione di macchinari troppo obsoleti con attrezzature tecnologicamente avanzate. Tali agevolazioni trovano nel leasing lo strumento finanziario ideale per effettuare investimenti. Massimo Macciocchi, Responsabile BU Leasing Banca IFIS, descriverà i benefici per le imprese nel suo intervento.

  1. Finanza ed agricoltura: i servizi utili per le imprese della filiera 

Le aziende agricole possono trovare interlocutori specializzati in grado di proporre servizi creati ad hoc per beneficiare dei fondi europei per l’agricoltura. Per questo Banca IFIS Impresa ha creato Credito Agricolo, un’area dedicata che sarà illustrata da Luca Bigatti, Responsabile Sviluppo Agricoltura

Il Focus si terrà durante la prima giornata della Fiera, il 13 giugno, dalle 14.30 alle 16.30, Aula 6.

Guarda il programma


23/05/2018

La corretta gestione dei crediti insoluti in azienda e le modalità di relazione con lo studio legale. Le buone prassi per ottimizzare i risultati

Il Focus, a cura dell'Avv. Monica Romano, si terrà in occasione di Fiera del Credito 2018 e si rivolge ai Credit Manager e a coloro che hanno la responsabilità e il potere di introdurre procedure e policy per la gestione del credito e affronta il ruolo dello studio legale che diventa partner dell’azienda in questa gestione. La Fiera del Credito apre con un interrogativo: «Siamo pronti al cambiamento?» È da questo interrogativo che si deve partire per comprendere se le...LEGGI TUTTO

Il Focus, a cura dell’Avv. Monica Romano, si terrà in occasione di Fiera del Credito 2018 e si rivolge ai Credit Manager e a coloro che hanno la responsabilità e il potere di introdurre procedure e policy per la gestione del credito e affronta il ruolo dello studio legale che diventa partner dell’azienda in questa gestione.

La Fiera del Credito apre con un interrogativo: «Siamo pronti al cambiamento?»

È da questo interrogativo che si deve partire per comprendere se le procedure in atto nella propria azienda siano efficaci al fine di ottenere il massimo dei risultati.

Grazie alla previsione di procedure e policy che permettano la corretta allocazione e la tempestiva gestione del credito insoluto, si possono migliorare notevolmente i risultati, tanto nel senso di avere immediata visibilità dell’insoluto, quanto per la rapidità con cui si può procedere ai richiami del cliente moroso.

Oltre all’effetto psicologico sortito da un sollecito, inizialmente informale e cortese e che proviene dall’azienda stessa, le prassi che vanno introdotte devono consentire di disporre di una analisi sulla qualità del cliente che permetta di adottare l’azione più idonea al recupero.

L’Avv. Monica Romano ha alle spalle un’esperienza di oltre un ventennio nel recupero massivo, coinvolgente migliaia di posizioni l’anno e, durante il Focus, metterà a disposizione dei partecipanti il suo peculiare know-how per la gestione stragiudiziale e giudiziale del credito.

La conoscenza profonda delle dinamiche aziendali consente allo studio legale di essere chiamato a collaborare anche in fasi molto precoci, quale ad esempio l’elaborazione di nuovi progetti per la gestione dell’insoluto di valore molto basso, svolgendo così un ruolo determinante nell’ottenimento dei risultati prefissi anche in ordine alla percentuale di recupero ottenuta e definizione delle posizioni in sofferenza.

ItaliaOnline Spa (già SEAT Pagine Gialle Spa), principale cliente dello Studio, sarà presente durante il Focus per testimoniare l’esempio concreto di come l’interazione fattiva con il legale, anche in fase preventiva, consenta, da una parte, un risparmio nelle spese e dall’altra, un aumento della percentuale di recupero.

Il Focus si concentrerà sulla impostazione pratica del rapporto tra azienda e studio legale e sulla soluzione dei più ricorrenti problemi che il credit manager si trova a risolvere.

Il Focus si terrà il giorno 13 giugno dalle 10.30 alle 12.30, aula 5.

Guarda il programma


22/05/2018

La leva del credito per lo sviluppo e la crescita del paese – Il ruolo del Commercialista

ANC - Associazione Nazionale dei Commercialisti presente alla prima edizione di “Fiera del Credito” con un Focus dedicato alle opportunità che imprese e professionisti possono cogliere, avvalendosi anche della professionalità dei commercialisti. La figura del commercialista riveste un ruolo importante nella filiera del credito e l’Associazione Nazionale Commercialisti, presente tra gli espositori della prima edizione “Fiera del Credito”, attraverso il Focus in programma nella giornata del 14 giugno "La leva del credito per lo sviluppo e la crescita del paese...LEGGI TUTTO

ANC – Associazione Nazionale dei Commercialisti presente alla prima edizione di “Fiera del Credito” con un Focus dedicato alle opportunità che imprese e professionisti possono cogliere, avvalendosi anche della professionalità dei commercialisti.

La figura del commercialista riveste un ruolo importante nella filiera del credito e l’Associazione Nazionale Commercialisti, presente tra gli espositori della prima edizione “Fiera del Credito”, attraverso il Focus in programma nella giornata del 14 giugno “La leva del credito per lo sviluppo e la crescita del paese – Il ruolo del Commercialista” intende approfondire gli strumenti di accesso al credito e le opportunità che imprese e professionisti possono cogliere avvalendosi anche della professionalità dei commercialisti.

Nell’ambito del Focus in programma, molteplici sono gli aspetti che saranno affrontati: La necessità di una nuova cultura finanziariaLo strumento del Business Plan per il Commercialista Fidiprof: la cooperativa di garanzia fidi dei liberi professionisti – Il nuovo modello di rating del Fondo Centrale di GaranziaMicrocredito: incentivo per i giovani imprenditori e professionisti – Mini Bond: valido strumento di finanziamento alternativo anche per le aziende non quotate – Il ruolo dei Commercialisti quali consulenti degli Istituti di credito.

Il lavoro che il commercialista svolge nell’assistere le imprese – spiega Marco Cuchel Presidente dell’ANC – si è profondamente trasformato ed oggi la categoria è sempre più vicina alle imprese anche nelle scelte che attengono alla gestione nel suo complesso, comprese le strategie di mercato.

Soluzioni che agevolano ed accrescono l’accesso al credito da parte delle imprese  rappresentano opportunità di sviluppo e di crescita degli investimenti, e quindi un sostegno all’economia reale. Negli anni dell’ultima crisi economica, il cosiddetto “credit cruch”, la stretta creditizia che ha comportato una sensibile riduzione dell’offerta di credito da parte degli intermediari finanziari tradizionali (in primo luogo le banche),  ha colpito in modo particolare la realtà delle piccole imprese, le cui difficoltà sono sicuramente ben note ai professionisti economici che le assistono. Conseguente a questa stretta del credito, il delinearsi di soluzioni di finanziamento alternative rispetto ai canali tradizionali, quali ad esempio il Microcredito e l’emissione di Mini Bond, strumenti questi ancora poco conosciuti dalle imprese e dagli stessi professionisti. Rispetto a queste forme di finanziamento, l’ANC ha cercato di fare informazione, mettendo in campo iniziative volte a far conoscere questi canali alternativi che possono permettere, anche attraverso la consulenza e l’assistenza del commercialista, l’accesso al credito.

Per quanto riguarda il Microcredito, che può costituire uno strumento efficace per incentivare lo sviluppo e la crescita della microimprenditorialità nel Paese, obiettivo del progetto messo in atto dall’ANC è la creazione di una rete, a livello nazionale, di professionisti iscritti all’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ed associati ANC che possono assistere e supportare coloro i quali, attraverso la concessione di una garanzia pubblica da parte del Fondo di garanzia sulle operazioni di microcredito, gestito dal Ministero dello Sviluppo Economico, possono essere agevolati nell’accedere ai finanziamenti. L’Associazione ha inoltre avviato una iniziativa volta a far conoscere lo strumento finanziario dei mini bond per le PMI valorizzando nel contempo le professionalità dei commercialisti. I mini bond, innovativo strumento finanziario previsto nel 2012 dal Governo con il cosiddetto “Decreto Sviluppo” e poi innovato con successive modifiche normative, diversamente da quanto verificatosi in altri paesi, in Italia ancora fatica ad imporsi. Attraverso un accordo di partnership con un operatore del settore, l’ANC si è impegnata in un progetto in grado di promuovere la conoscenza dei mini bond, quale canale volto a facilitare l’accesso delle PMI al mercato dei capitali, come pure di rafforzare il legame professionale dei commercialisti con le proprie imprese clienti, permettendo loro  di avere anche nuove opportunità professionali.

Se il credito è importante per le imprese, lo stesso riveste un ruolo altrettanto rilevante per il comparto delle professioni. Sotto questo aspetto sicuramente determinante è la riforma dei confidi del 2016 (legge 150/2016), che ha previsto anche per i liberi professionisti la possibilità di accedere ai finanziamenti agevolati. La Confprofessioni, la confederazione nazionale delle libere professioni, organismo al quale l’ANC aderisce, ha promosso la costituzione di Fidiprof, consorzio di garanzia fidi tra liberi professionisti che, con il proprio patrimonio, garantisce i finanziamenti deliberati a favore dei professionisti associati tramite convenzione con i principali istituti di credito, prevedendo condizioni competitive rispetto a quelle di mercato.

L’universo del credito ha molteplici aspetti e intervendo su alcuni di questi è possibile rinnovare il modo tradizionale di rapportarsi al mercato dei capitali. In un futuro non troppo lontano – spiega Marco Cuchel – auspichiamo che la figura del commercialista possa affermarsi quale intermediario di riferimento, diventando “certificatore” dei dati la cui acquisizione è indispensabile ai fini dell’erogazione del credito da parte dei soggetti finanziatori; una funzione, quella di certificare i dati necessari per l’accesso al credito, che andrebbe ad agevolare l’attività degli stessi istituti di credito.

L’auspicio – conclude il Presidente Cuchel – è che la partecipazione alla prima edizione “Fiera del Credito” possa rappresentare per la nostra Associazione un’esperienza positiva sotto il profilo del confronto con i numerosi professionisti del settore.

Il Focus si terrà il giorno 14 giugno dalle 10.30 alle 12.30, aula 6.

Guarda il programma


21/05/2018

Le novità del Regolamento Europeo Privacy nella gestione dei dati e nel recupero crediti

L’impatto delle nuove regole a tutela della protezione dei dati nelle attività di credit management e di gestione NPL. Nel 2018, la principale preoccupazione sotto il profilo giuridico di tutti gli operatori del mondo del credito riguarda la protezione dei dati personali. L’entrata in vigore del nuovo regolamento europeo, infatti, che introduce nel nostro ordinamento nuovi e significativi regimi sanzionatori viene giustamente vista come una rivoluzione nelle modalità di lavorazione in questi due comparti. Qual è l’impatto reale delle nuove...LEGGI TUTTO

L’impatto delle nuove regole a tutela della protezione dei dati nelle attività di credit management e di gestione NPL.

Nel 2018, la principale preoccupazione sotto il profilo giuridico di tutti gli operatori del mondo del credito riguarda la protezione dei dati personali. L’entrata in vigore del nuovo regolamento europeo, infatti, che introduce nel nostro ordinamento nuovi e significativi regimi sanzionatori viene giustamente vista come una rivoluzione nelle modalità di lavorazione in questi due comparti.

Qual è l’impatto reale delle nuove disposizioni sul trattamento dei dati nell’attività di informazione, gestione e recupero del credito?

L’apprensione degli operatori per le sanzioni previste è molta, ma quali sono le attività di monitoraggio e controllo necessarie per limitare il rischio?

Il DPO, i registri del trattamento, e la data protection impact assessment come devono essere realizzate per rispondere efficacemente alle aspettative del legislatore?

Il focus realizzato dall’Avv. Recchi consente di avere una esaustiva panoramica degli adempimenti necessari per realizzare una privacy by default commisurata e proporzionale alle attività svolte effettivamente da parte degli operatori del comparto del credito.
Il Focus si terrà il giorno 13 giugno dalle 14.30 alle 16.30, aula 2.

Guarda il programma

di Karen Giacomello
© Riproduzione riservata


18/05/2018

Sovraindebitamento: opportunità per creditore e debitore

Il Focus dell'Avvocato Paola Farfariello alla Fiera del Credito tratterà delle recenti riforme in tema di procedure concorsuali e di salvaguardia dei consumatori e… dei creditori Nel nostro Paese il termine fallimento ha da sempre avuto un’accezione negativa e punitiva per coloro che incappavano nelle procedure concorsuali a vario titolo. Dall’Europa, diversamente, nel corso degli ultimi anni, in particolare, sono state avviate politiche volte al recupero del soggetto in difficoltà, garantendo una fresh restart a coloro che, in un’economia sempre...LEGGI TUTTO

Il Focus dell’Avvocato Paola Farfariello alla Fiera del Credito tratterà delle recenti riforme in tema di procedure concorsuali e di salvaguardia dei consumatori e… dei creditori

Nel nostro Paese il termine fallimento ha da sempre avuto un’accezione negativa e punitiva per coloro che incappavano nelle procedure concorsuali a vario titolo.
Dall’Europa, diversamente, nel corso degli ultimi anni, in particolare, sono state avviate politiche volte al recupero del soggetto in difficoltà, garantendo una fresh restart a coloro che, in un’economia sempre più dinamica, possono incappare in crisi improvvise e/o definitive della loro attività.
Le start up, ad esempio, ovvero le micro imprese, sono i soggetti più esposti alle crisi periodiche dell’economia.
Negli ultimi anni anche il nostro legislatore ha così dovuto approntare una serie di strumenti per aiutare e risolvere queste problematiche, cercando di recuperare, nel mercato economico, coloro che ne venivano espulsi.

Il legislatore nazionale, infatti, stimolato da quello europeo ha apportato negli ultimi anni delle innovazioni normative significative a tutta la disciplina concorsuale, volte anche a risolvere le crisi da sovraindebitamento.
Il focus dell’Avvocato Paola Farfariello, esperta di queste tematiche, farà il punto sullo stato dell’arte della riforma fallimentare e delle attività volte al contrasto del fenomeno, con case history ed un approccio pratico al fine di condividere il significato profondo della riforma, volta a tutelare sì il debitore, ma soprattutto il creditore.
Il Focus si terrà il giorno 14 giugno dalle 10.30 alle 12.30, aula 5.

Guarda il programma

di Karen Giacomello
© Riproduzione riservata


17/05/2018

Fiera del Credito ottiene il patrocinio della Regione Lombardia

L’Istituzione Lombarda assegna il prestigioso riconoscimento alla manifestazione organizzata da StopSecret. L’Assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia, Alessandro Mattinzoli, ha concesso il patrocinio della regione all'iniziativa Fiera del Credito 2018. L’ambito riconoscimento testimonia il rilievo raggiunto dalla prima edizione dell’iniziativa fortemente voluta da StopSecret per testimoniare non solo agli operatori di settore i valori rappresentati dal comparto del Credit Management Nazionale. Durante la due giorni, infatti, i principali esperti si confronteranno sulle più rilevanti novità e tematiche di questo...LEGGI TUTTO

L’Istituzione Lombarda assegna il prestigioso riconoscimento alla manifestazione organizzata da StopSecret.

L’Assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia, Alessandro Mattinzoli, ha concesso il patrocinio della regione all’iniziativa Fiera del Credito 2018.

L’ambito riconoscimento testimonia il rilievo raggiunto dalla prima edizione dell’iniziativa fortemente voluta da StopSecret per testimoniare non solo agli operatori di settore i valori rappresentati dal comparto del Credit Management Nazionale.

Durante la due giorni, infatti, i principali esperti si confronteranno sulle più rilevanti novità e tematiche di questo settore strategico per l’economia nazionale che trova in Milano e nella regione Lombardia il luogo naturale, dove i professionisti costantemente si confrontano.

Il Patrocinio si affianca a quello già ottenuto dall’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano per il profilo scientifico e di contenuti del programma della Fiera.

Guarda il programma della Fiera

di Karen Giacomello
© Riproduzione riservata


NPLs Market in Italia ed in Europa

L’intervento a cura di Vito Ruscigno all’interno dell’evento NPL Day che si terrà alla Fiera del Credito il prossimo 14 giugno. Durante la mattinata del 14 giugno, all’interno dell’NPL Day nella sala Auditorium, si terrà la relazione di Vito Ruscigno, Associate Partner - Co Head NPL di PwC Italy. L’analisi sul mercato NPL, che si sta preparando ad una vera e propria rivoluzione, riguarderà le linee guida BCE, addendum e IFRS9 che cambieranno completamente l'approccio delle banche nella gestione strategica...LEGGI TUTTO

L’intervento a cura di Vito Ruscigno all’interno dell’evento NPL Day che si terrà alla Fiera del Credito il prossimo 14 giugno.

Durante la mattinata del 14 giugno, all’interno dell’NPL Day nella sala Auditorium, si terrà la relazione di Vito Ruscigno, Associate Partner – Co Head NPL di PwC Italy.

L’analisi sul mercato NPL, che si sta preparando ad una vera e propria rivoluzione, riguarderà le linee guida BCE, addendum e IFRS9 che cambieranno completamente l’approccio delle banche nella gestione strategica dei propri crediti deteriorati.
L’accelerazione che si genererà per le cessioni e per le gestioni in outsourcing verso soggetti che fanno del recupero crediti il proprio core business sarà il focus del suo intervento.

Alcuni dati: nel 2017 il trend negativo di riduzione dello stock già registrato l’anno precedente si è confermato, dopo il picco di € 341 bln raggiunto nel 2015, e oggi vede l’importo complessivo dei crediti deteriorati lordi (compresivi di past due, UTP, e sofferenze) attestarsi a € 264 bln.

Sulle stime per il 2018, la GACS, seppur in scadenza a settembre, ed in procinto di essere rinnovata per ulteriori 6 mesi, produrrà i suoi maggiori effetti proprio quest’anno, con una previsione di ca € 40 bln di cartolarizzazioni garantite appunto da GACS in pipeline rispetto ai circa € 8 bln già realizzati nel biennio 2016 – 2017.

Il mercato, dall’analisi di Ruscigno risulta essere più che mai in fermento, sia sulle acquisizioni di crediti che sulle attività di M&A con l’ingresso di nuovi soggetti, challenger banks, fondi pensioni e assicurazioni a competere con gli hedge funds che hanno dominato il mercato negli anni precedenti.

L’analisi completa sarà presentata nella mattinata dell’NPL day.

Guarda il programma completo della Fiera

di Karen Giacomello
© Riproduzione riservata


16/05/2018

Case study: la gestione dei crediti nella Pubblica Amministrazione

Mauro Cammarata, CFO del Comune di Bologna, interviene alla Fiera del Credito con un Focus sulla gestione dei crediti nella Pubblica Amministrazione Il 13 giugno, durante la mattinata della prima giornata della Fiera del Credito, Mauro Cammarata, CFO del Comune di Bologna, approfondirà il tema della gestione dei crediti all’interno dell’Amministrazione Pubblica, un argomento, come tutti ben sanno, solitamente complicato. L’intervento è da non perdere, in quanto verterà su un case study. È noto infatti che il Comune di Bologna,...LEGGI TUTTO

Mauro Cammarata, CFO del Comune di Bologna, interviene alla Fiera del Credito con un Focus sulla gestione dei crediti nella Pubblica Amministrazione

Il 13 giugno, durante la mattinata della prima giornata della Fiera del Credito, Mauro Cammarata, CFO del Comune di Bologna, approfondirà il tema della gestione dei crediti all’interno dell’Amministrazione Pubblica, un argomento, come tutti ben sanno, solitamente complicato.
L’intervento è da non perdere, in quanto verterà su un case study. È noto infatti che il Comune di Bologna, da tempo, si distingue rispetto agli altri, quando si tratta del controllo sull’evasione.
Come verrà approfondito da Mauro Cammarata, tale attività è organizzata in due momenti distinti e propedeutici l’uno rispetto all’altro: individuazione del debitore – e quindi insorgenza del credito – e successivamente riscossione di tale credito, volontaria o coattiva.

Questo tema è diventato essenziale per il buon andamento dell’Amministrazione Pubblica, in quanto, da qualche anno, anche per i Comuni è stata approvata la riforma della contabilità pubblica.
Una delle novità principali di tale riforma è che la Pubblica Amministrazione può spendere risorse solo se le incassa effettivamente.

In passato era sufficiente individuare il debitore evasore per spendere l’importo dovuto, mentre grazie alla nuova contabilità, se non si riscuote non si spende.
Di conseguenza, le attività rivolte solo al primo filone di indagini, come l’individuazione del debitore, si possono rivelare persino inutili, in quanto costose senza portare risultati, se non si riscuote.

Mauro Cammarata illustrerà le componenti che vedono il Comune di Bologna il più delle volte vittorioso nella battaglia contro gli evasori ed alcune in particolare sono: il modello di gestione delle entrate (che si basa su investimenti informatici consistenti, sulla centralità delle banche dati, nonché sulle relazioni fra le medesime banche dati in modo dinamico) e gli appalti di supporto alla riscossione che devono essere estremamente efficaci.
Il Focus si terrà il giorno 13 giugno dalle 10.30 alle 12.30, aula 3.

Guarda il programma

di Karen Giacomello
© Riproduzione riservata


15/05/2018

Il patrocinio dell’Università Cattolica del Sacro Cuore alla Fiera del Credito

Sarà la prima Fiera del Credito italiana, organizzata da StopSecret Magazine TV Eventi, un progetto che mette a confronto e riunisce le varie realtà operanti nel nostro Paese all’interno del settore del credito non solo bancario, ma anche e soprattutto commerciale. Ormai manca poco e comincia il count-down all'evento Fiera del Credito che si terrà a Milano presso la sede de Il Gruppo Sole 24 Ore il prossimo 13 e 14 giugno 2018. Sarà la prima Fiera del Credito italiana,...LEGGI TUTTO

Sarà la prima Fiera del Credito italiana, organizzata da StopSecret Magazine TV Eventi, un progetto che mette a confronto e riunisce le varie realtà operanti nel nostro Paese all’interno del settore del credito non solo bancario, ma anche e soprattutto commerciale.

Ormai manca poco e comincia il count-down all’evento Fiera del Credito che si terrà a Milano presso la sede de Il Gruppo Sole 24 Ore il prossimo 13 e 14 giugno 2018.

Sarà la prima Fiera del Credito italiana, organizzata da StopSecret Magazine TV Eventi, un progetto che mette a confronto e riunisce le varie realtà operanti nel nostro Paese all’interno del settore del credito non solo bancario, ma anche e soprattutto commerciale.
Associazioni di categoria nazionali, aziende del territorio e specialisti del settore provenienti da tutta l’Italia: Fiera del Credito punta a valorizzare l’importanza del confronto e della condivisione tra gli enti, promuovendo un arricchimento reciproco e favorendo la rete di contatti tra player e consumer.

Verranno analizzate in modo approfondito le best practies sulla gestione dei crediti, in particolare quelli problematici, mettendo in risalto le criticità connesse agli NPL ed al Credit Management, in modo da contribuire significativamente a trovare ed adottare in Italia quelle soluzioni innovative necessarie per consolidare l’aumento del PIL.
L’iniziativa, che vede la partecipazione come Main Partner di Medio Banca -MB Credit Solutions S.p.A., ha ottenuto il prestigioso Patrocinio dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano:

“Pensiamo che sia una grande opportunità per i nostri studenti poter stare concretamente a contatto con i professionisti della gestione del credito nel senso più ampio del termine, poter assistere ai Focus sui diversi settori e magari avvicinarsi a delle aziende che un domani potrebbero diventare i loro datori di lavoro – commenta Roberto Reggiani, responsabile del Career Service della sede milanese dell’Università Cattolica – e cogliamo l’occasione per invitare tutti gli studenti dei corsi di ambito economico e finanziario a visitare la Fiera, beneficiando di questo momento come di un’occasione per vivere il mondo del credito dal suo interno.”

Clicca qui per maggiori informazioni

di Karen Giacomello
© Riproduzione riservata


03/05/2018

FIERA DEL CREDITO 2018, TANTI EVENTI SPECIFICI PER IL SETTORE

Durante i due giorni della Fiera convegni, tavole rotonde e focus dal taglio operativo, rivolti a tutte le categorie del mondo del credito. Incontri formativi con crediti per avvocati e credit manager. Fiera del Credito 2018: salone, esibizione, occasione d’incontro e scambio con tutto ciò che riguarda il settore del credito, ma anche opportunità di formazione, aggiornamento, dialogo con le personalità le tendenze e le visioni più attuali. Un grande laboratorio specializzato, insomma, aperto agli operatori diretti e a coloro...LEGGI TUTTO

Durante i due giorni della Fiera convegni, tavole rotonde e focus dal taglio operativo, rivolti a tutte le categorie del mondo del credito. Incontri formativi con crediti per avvocati e credit manager.

Fiera del Credito 2018: salone, esibizione, occasione d’incontro e scambio con tutto ciò che riguarda il settore del credito, ma anche opportunità di formazione, aggiornamento, dialogo con le personalità le tendenze e le visioni più attuali. Un grande laboratorio specializzato, insomma, aperto agli operatori diretti e a coloro che si avvicinano quotidianamente alle grandi tematiche del credito,
È fitto il programma di incontri, seminari e workshop, nella sede milanese del Sole 24 Ore organizzati in collaborazione e con la partecipazione di esperti, aziende e professionisti del più alto prestigio considerando credit management, istituzioni italiane e sovranazionali, politica. Per apprendere dalle esperienze passate, immaginare quelle di domani, renderle concrete ed efficaci.

L’agenda completa e i dettagli, tra cui i nomi dei protagonisti può già essere consultata alla pagina eventi e convegni del sito della manifestazione, da cui è già possibile delineare una succosa anteprima degli appuntamenti, così da facilitare a vantaggio dei partecipanti la scelta dei momenti e degli incontri che meglio rispondano alle loro domande o possano fornire un contributo all’impulso del business.
Nella prima giornata, il 13 giugno, lo spazio dell’Auditorium è completamente dedicato ad ACMI – l’Associazione dei Credit Manager – e quindi alle tematiche del credit management con diversi focus, dopo la cerimonia d’apertura generale della manifestazione in programma alle 9.30. Al centro delle relazioni e del dibattito l’attualità globale, in relazione al mondo del credito: dalle elezioni italiane a quelle americane, fino ai nuovi assetti in ambito europeo.
In contemporanea, all’interno di tre aule invece sono in programma sei focus organizzati anche da alcune associazioni di categoria partner dell’iniziativa.

La giornata del 14 è dedicata all’NPL Day che si svolgerà nell’Auditorium. Alle 9.30 i saluti istituzionali e l’apertura, mentre alle 10.00, parleremo di “NPLs Market in Italia ed in Europa”, a cura di Price Waterhouse Cooper, seguito mezz’ora dopo, in ottica complementare, dalla tavola rotonda “Valutare, vendere ed acquistare i crediti deteriorati”.
Sullo stesso argomento chiudono la mattinata “L’incidenza delle tempistiche e i costi giudiziari nei portafogli NPLs”, intervento organizzato da TLS PwC e Intrum Studio legale  e una seconda tavola rotonda, “Il futuro della gestione degli NPL e degli operatori del settore: scenari, trend, regole, riforme?””.

Anche durante questa giornata sono in programma, sei focus organizzati da parte di aziende e professionisti affermati del settore .

I focus in programma per entrambe le date, sono concepiti e distribuiti per offrire un’equilibrata gamma di argomenti specializzati a ciascuno dei profili interessati all’evento e all’universo del credito.

A  cura della Redazione
© Riproduzione riservata


17/04/2018

Manager, commercialisti, leasing, tesorieri e customer care: le associazioni di categoria a Fiera del Credito.

Tutto il settore a Fiera del Credito. Compresi tanti player istituzionali di rilievo. E tra questi spiccano, per il ruolo che giocano in favore degli operatori 365 giorni su 365, le associazioni di categoria. Le quali, infatti, sono partner di spessore della manifestazione e ne hanno appoggiato spirito e organizzazione sin dai giorni dell’annuncio. Gli enti a fianco di StopSecret Magazine, il periodico online di informazione specializzato anche nel mondo della gestione e del recupero del credito, titolare dell’idea e...LEGGI TUTTO

Tutto il settore a Fiera del Credito.
Compresi tanti player istituzionali di rilievo. E tra questi spiccano, per il ruolo che giocano in favore degli operatori 365 giorni su 365, le associazioni di categoria.
Le quali, infatti, sono partner di spessore della manifestazione e ne hanno appoggiato spirito e organizzazione sin dai giorni dell’annuncio.
Gli enti a fianco di StopSecret Magazine, il periodico online di informazione specializzato anche nel mondo della gestione e del recupero del credito, titolare dell’idea e della realizzazione concreta della manifestazione, rappresentano un’ideale ventaglio delle più rilevanti competenze, nicchie e interessi che s’incrociano a tessere il variegato mosaico del mondo del credito. Presentiamo qui alcuni tra i più conosciuti o referenziati: gli organismi a tutela delle professioni sono infatti tra i migliori testimonial della riuscita della kermesse e dell’interesse che quest’ultima riveste per aziende e professionisti.

In ordine alfabetico partiamo da ACMI – Associazione Credit Manager Italia. Nata nel 1974, ha sede a Milano e tre delegazioni in Lazio, Puglia e Veneto.
Annovera circa 600 aderenti, ed è membro di FECMA – Federation of European Credit Management Associations (Federazione Europea delle Associazioni Nazionali di Credit Manager).
Si tratta di  un’associazione di persone che operano nelle aziende, o per le aziende, creando valore attraverso una corretta gestione del credito. I soci partecipano in modo attivo attraverso lo scambio delle reciproche conoscenze e in modo “neutrale” rispetto a interessi personali edi economici (www.acmi.it).

Troviamo quindi la veronese AICS – Associazione Italiana Customer Service, che riunisce le professionalità legate al customer service management e ne promuove lo sviluppo, proponendosi come punto di riferimento culturale e professionale in Italia sui temi della customer care. Si rivolge ai responsabili delle funzioni aziendali e istituzionali che pongono il cliente al centro delle proprie attività, con lo scopo di focalizzare l’attenzione sulla sua soddisfazion come fattore di vantaggio competitivo e promuovere il corretto equilibrio tra organizzazione interna e ricerca delle migliori soluzioni esterne in outsourcing (www.aicsweb.it).

Partecipa poi AITI – Associazione Italiana Tesorieri d’Impresa. È nata nel ‘92, grazie all’impegno di un gruppo di professionisti e manager desiderosi di diffondere la cultura finanziaria nelle imprese. In questa direzione, l’associazione ha consolidato negli anni relazioni e scambi con diverse realtà analoghe che operano in ambito internazionale, come AFTE (Associazione Francese dei Tesorieri d’Impresa), l’International Group of Treasury Associations – IGTA, e la European Association of Corporate Treasurers – EACT).
Al suo debutto l’Associazione contava 24 iscritti; oggi può vantarne oltre 650 (www.aiti.it).

Sul fronte delle professioni liberali aderisce alla Fiera ANC – Associazione Nazionale Commercialisti. Antica e gloriosa, ha avuto i natali addirittura nel 1950 ed è associata alla Confprofessioni, la Confederazione nazionale delle libere professioni.
La sede è a Roma, ma gli organismi organismi aderenti, tra associazioni e delegazioni territoriali, distribuiti su quasi tutto il territorio nazionale. Rappresenta e tutela gli interessi degli iscritti all’ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili e sostiene tutte le iniziative che possano contribuire alla crescita e alla promozione della categoria.
Con la sua intensa attività congressuale offre occasioni di aggiornamento e formazione, compresa quella obbligatoria, erogata anche agli iscritti agli albi dei dottori commercialisti e degli esperti contabili e a quelli dei consulenti del lavoro (www.ancnazionale.it).

Parlando di leasing, immancabile L’Associazione Italiana Leasing, in sigla ASSILEA, che raccoglie la quasi totalità degli operatori del leasing finanziario e operativo in Italia, costituiti da banche specializzate o multiprodotto, intermediari finanziari e società commerciali di noleggio a lungo termine. Agenti in attività finanziaria, società di mediazione creditizia, di recupero crediti e di attività strumentali, connesse ed affini a quella di leasing, possono richiedere l’iscrizione con la qualifica di soci aggregati.
Svolge istituzionalmente attività di informazione e assistenza a favore dei soci, è membro di diritto dell’Associazione Bancaria Italiana e partecipa a tutte le commissioni tecniche di interesse diretto o indiretto per il leasing.
Collabora istituzionalmente con Confindustria e con le principali associazioni nazionali rappresentative dei produttori e dei distributori dei beni e dei mercati di destinazione del prodotto.
A livello internazionale, Assilea partecipa con propri rappresentanti agli organi ed alle attività della federazione europea delle associazioni delle società di leasing (Leaseurope) ed intrattiene rapporti di collaborazione diretti con le principali istituzioni leasing internazionali (www.assilea.it).

Infine, non poteva mancare UNIREC – Unione delle Imprese a Tutela del Credito. Nata nel 1998 dalla fusione di AIREC e ASSOREC, UNIREC è l’associazione che aggrega le imprese dei servizi a tutela del credito: dal recupero all’acquisto crediti, alle informazioni commerciali.
Oggi vi aderiscono oltre 200 aziende, che rappresentano oltre l’80% del mercato italiano del recupero crediti, con i loro 19.170 addetti, hanno gestito nel 2016 quasi 36 milioni di posizioni affidate da banche, finanziarie, società di utilities e telecomunicazioni, per un ammontare complessivo di 69,3 miliardi di euro di crediti affidati, di cui 8,1 miliardi recuperati.
UNIREC aderisce a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici ed è membro di FENCA, la Federazione Europea delle Associazioni Nazionali del comparto (www.unirec.it).


01/12/2017

Fiera del Credito: il primo expo italiano di settore

Il salone italiano dedicato al credito, alla sua filiera e alla sua gestione. A Milano, nella sede de Il Sole 24 Ore, il 13 e 14 giugno 2018. Per la prima volta tutti insieme, in vetrina. Il mondo del credito italiano, in due giorni uno sguardo d'insieme, completo e ravvicinato. Fiera del Credito, che si terrà a Milano, nella prestigiosa sede de Il Sole 24 Ore il 13 e 14 giugno 2018, è l’unico EXPO italiano che riunisce e racconta...LEGGI TUTTO

Il salone italiano dedicato al credito, alla sua filiera e alla sua gestione. A Milano, nella sede de Il Sole 24 Ore, il 13 e 14 giugno 2018.

Per la prima volta tutti insieme, in vetrina.
Il mondo del credito italiano, in due giorni uno sguardo d’insieme, completo e ravvicinato.
Fiera del Credito, che si terrà a Milano, nella prestigiosa sede de Il Sole 24 Ore il 13 e 14 giugno 2018, è l’unico EXPO italiano che riunisce e racconta al pubblico professionale e non, l’intera filiera del settore credito.

In due intense giornate, i responsabili delle funzioni amministrazione, finanza, controllo di gestione, pianificazione, collection e customer care oltre a intermediari finanziari, banche, aziende di factoring, sgr, veicoli di cartolarizzazione, credit manager, agenzie di recupero, di informazioni e investigazioni sul credito, contact center, facility management, confidi, postalizzazione, insieme ai rappresentanti delle istituzioni e degli organismi di controllo, faranno il punto su un mondo in forte evoluzione, oggi più che mai.

“Concederlo, gestirlo, garantirlo, valutarlo, venderlo, recuperarlo”: tutti gli aspetti cruciali del settore sono stati presi in considerazione dagli organizzatori e riceveranno le necessarie attenzioni in aree specifiche dell’esposizione, che fin da oggi si candida a diventare l’autentico expo tecnico italiano.
Raccontare l’intera filiera ai professionisti e presentarla sotto la luce corretta al pubblico generale; approfondire i nodi cruciali della concessione, della gestione e del recupero, ma anche riunirsi e mettersi in mostra: l’idea, una novità per l’Italia ma già sperimentata con successo in contesti nordeuropei e anglosassoni, è di StopSecret Magazine, il periodico online di informazione nel campo della gestione del credito, delle investigazioni e della vigilanza/sicurezza.

A poche settimane dal lancio dell’iniziativa ne parla in questi termini, Cosimo Cordaro, fondatore della testata: “Fiera del Credito è il punto d’incontro privilegiato in Italia tra professionisti, manager, aziende, consumatori, imprenditori e istituzioni, tra domanda e offerta nel campo del credito e dei servizi collegati. Vi è rappresentata tutta la filiera del comparto. Un’occasione unica offerta per ampliare la propria rete, capire come si sta evolvendo il mercato e confrontarsi con i top player del settore, ecco perché la prima edizione è stata intitolata “L’era della condivisione”.

Due giorni ricchi di motivi d’interesse e di appuntamenti, con un programma di alta qualità che verrà reso pubblico nelle prossime settimane, per conoscersi e confrontarsi, grazie anche a una serie di workshop e seminari di notevole valore teorico, formativo e pratico, in cui i massimi esperti del settore tratteranno case study, nuovi prodotti e opportunità nascenti.

Il calendario e tutte le altre informazioni utili saranno disponibili a breve su questo sito.

Fiera del Credito 2018 è, quindi, un grande laboratorio specializzato, in cui operatori e stakeholder si confrontano, dialogano, ascoltano e apprendono dalle esperienze passate, immaginando quelle di domani, per renderle concrete ed efficaci.

Un’occasione a cui quindi NON MANCARE.


27/06/2017

Fiera del Credito dedicata all’Era della Condivisione

L’evento di StopSecret del 2018: un appuntamento da non perdere Siamo a poco meno da un anno dall’evento organizzato da StopSecret Magazine che ha già destato molto interesse: “Fiera del Credito”. L’evento, il primo e unico in Italia, si terrà il 13 e il 14 giugno 2018 nella sede del più prestigioso quotidiano economico italiano, Il Sole 24 Ore. Strutturato su due giornate, la Fiera offrirà uno sguardo completo e ravvicinato sull’intero mondo del credito, dai sistemi di valutazione delle...LEGGI TUTTO

L’evento di StopSecret del 2018: un appuntamento da non perdere

Siamo a poco meno da un anno dall’evento organizzato da StopSecret Magazine che ha già destato molto interesse: “Fiera del Credito”.

L’evento, il primo e unico in Italia, si terrà il 13 e il 14 giugno 2018 nella sede del più prestigioso quotidiano economico italiano, Il Sole 24 Ore. Strutturato su due giornate, la Fiera offrirà uno sguardo completo e ravvicinato sull’intero mondo del credito, dai sistemi di valutazione delle aziende e delle persone fino alla gestione del credito. Si tratterà inoltre, in modo approfondito, delle garanzie legate ai crediti, della loro stima economica e della cessione.

Gli Workshop e i seminari organizzati mireranno ad aggiornare i partecipanti sulle novità del mercato in costante evoluzione e sulle strategie del settore, attraverso relatori specializzati che condivideranno la loro esperienza.

Per questo il titolo dell’evento di quest’anno è “L’Era della Condivisione”, un nome non casuale che esprime la situazione odierna e identifica la Fiera come un anello di congiunzione tra la realtà presente ed i protagonisti che l’affrontano e che vengono a contatto ogni giorno con la necessità di evolversi dentro il travolgente meccanismo del progresso.

È indispensabile confrontarsi nei diversi mondi che compongono la vita odierna: le regole del mercato in pochi anni sono drasticamente cambiate, la tecnologia e la digitalizzazione hanno consentito un progresso che non cammina certo a passo d’uomo.
Chi vince è colui che riassume in sé diverse conoscenze, frutto della condivisione di vasti e svariati settori in comunicazione tra di loro. L’Era della Condivisione si mantiene stabilmente nel presente, cercandone le strategie per il successo in maniera pratica e non solo teorica, ma oscilla nel futuro, scegliendo con decisione in cosa investire le sue risorse: sulla condivisione di esperienze, spazi, percorsi e pensieri.

A cura di Karen Giacomello
©Riproduzione riservata


07/02/2017

La novità del 2018: Fiera del Credito, tutto il settore in un expo.

Il primo salone italiano dedicato al credito, alla sua filiera e alla sua gestione. Nella sede del Sole 24Ore, il 13 e 14 giugno 2018. Per la prima volta tutti insieme, in vetrina. Fornitori di servizi e tecnologie, responsabili delle funzioni amministrazione, finanza, controllo di gestione, pianificazione, collection e customer care oltre a intermediari finanziari, banche, aziende di factoring, sgr, veicoli di cartolarizzazione, credit manager, agenzie di recupero, di informazioni e investigazioni sul credito, contact center, facility management, confidi, postalizzazione,...LEGGI TUTTO

Il primo salone italiano dedicato al credito, alla sua filiera e alla sua gestione. Nella sede del Sole 24Ore, il 13 e 14 giugno 2018.

Per la prima volta tutti insieme, in vetrina.
Fornitori di servizi e tecnologie, responsabili delle funzioni amministrazione, finanza, controllo di gestione, pianificazione, collection e customer care oltre a intermediari finanziari, banche, aziende di factoring, sgr, veicoli di cartolarizzazione, credit manager, agenzie di recupero, di informazioni e investigazioni sul credito, contact center, facility management, confidi, postalizzazione, insieme ai rappresentanti delle istituzioni e degli organismi di controllo: è la Fiera del Credito, che si terrà a Milano, nella prestigiosa sede del Sole 24Ore, il 13 e il 14 giugno 2018.

La prima edizione dal titolo “L’era della condivizione” il cui focus si concentra su “concedeerlo, gestirlo, garantirlo, valutarlo, venderlo e recuperarlo” parte fin dall’edizione d’esordio con grandi ambizioni: diventare l’autentico expo italiano del settore, per raccontare l’intera filiera al pubblico professionale e non.
Concedere il credito, gestirlo e recuperarlo, ma anche riunirsi e mettersi in mostra: l’idea, una novità per l’Italia ma già sperimentata con successo in contesti nordeuropei e anglosassoni, è di StopSecret Magazine, il periodico online di informazione specializzato anche nel mondo della gestione e del recupero del credito.

Ne parla, infatti, in questi termini, Marco Recchi, Responsabile eventi e formazione nonché fondatore della testata: “Fiera del Credito sarà il punto d’incontro privilegiato in Italia tra aziende, manager, imprenditori e istituzioni, tra domanda e offerta nel campo del credito e dei servizi collegati. Vi è rappresentata tutta la filiera del comparto. Un’occasione unica, dunque, offerta alle aziende per ampliare la propria rete, capire come si sta evolvendo il mercato e confrontarsi con i top player del settore.”

Una due giorni ricca di motivi d’interesse e di appuntamenti, con un programma di alta qualità, per conoscersi e confrontarsi. Grazie anche a una serie di workshop e seminari di notevole valore teorico, formativo e pratico, in cui i massimi esperti del settore tratteranno case study, nuovi prodotti e opportunità nascenti.

Fiera del Credito è anche un laboratorio specializzato, in cui gli operatori e i loro stakeholder si confrontano, dialogano, ascoltano e apprendono dalle esperienze passate, immaginando quelle di domani, per renderle concrete ed efficaci.

Non perdere il treno verso il futuro: aderisci e partecipa a Fiera del Credito, l’EXPO italiano sul mondo del credito.